breaking news

Siracusa| Riqualificazione Tisia, istituita consulta coi commercianti

5 Febbraio 2018 | by Redazione Webmarte
Siracusa| Riqualificazione Tisia, istituita consulta coi commercianti
Cronaca
'
0

Forse è la volta buona, dopo 15 anni via Tisia potrebbe cambiare volto. Grazie al “ripescaggio” del progetto di riqualificazione urbana del Cenaco, sarebbero pronti sei milioni dei 18 messi a disposizione dall’Europa per le periferie.

Stamattina sindaco, Cenaco e tecnici hanno illustrato tempi e modalità del progetto che a breve sarà esecutivo. E’ stato chiesto nell’incontro pubblico al Vermexio il pieno coinvolgimento dei commercianti della zona per un sereno ed avegole work in progress del cantiere. In due anni si dovrà portare a compimento l’opera, pena la perdita dei finanziamenti.

Si provvederà alla sistemazione delle pensiline sui marciapiedi che saranno allargati di altri due metri, ma anche all’arredo urbano ed aree attrezzate con gioco-bimbi. Ma la priorità massima rimane la costruzione di un grande parcheggio, oltre 200 stalli, per il quale è stata prevista l’area nei pressi della palestra Akradina alle spalle di via Damone.

Adesso si attende il decreto esecutivo per il via dei lavori dalla Corte dei Conti, quindi indire la gara d’appalto, aggiudicazione dei lavori. Tempi di realizzazione perentori: 24 mesi. Un progetto che vede in calce la firma dell’arch. Pippo Di Guardo, dirigente del Comune, e che risponde a precise esigenze a carattere “sociale” non solo commerciale e di categoria: si provvederà infatti a contrastare per sempre il problema dell’ambulantato selvaggio con la previsione di un’area mercatale nei pressi del parcheggio Akradina; all’abbattimento delle barriere architettoniche, all’individuazione di un’Agorà che consenta l’attività di aggregazione per spettacoli e micro eventi di animazione.

Commosso il presidente del Cenaco Tisia, Franco Veneziano, che ha perseguito l’obiettivo per 15 anni tra continue missioni a Palermo e confronti istituzionali a vari livello: “Dire che sono contento è poco – esclama Veneziano – resta pero il rammarico di vedere ancora una volta la scarsa presenza in sala dei diretti interessati, i commercianti, che oggi avrebbero avuto occasione per un confronto diretto con il Comune per quelli che saranno tempi e modi dei lavori. Il progetto nasce da una idea del Cenaco e ha visto da subito l’interesse e la disponibilità dell’arch. Di Guardo. Iniziammo con la fontana di Largo Dicone oggi nostro simbolo di lotta, realizzata con i fondi dell’agenda 21.

Oggi chiediamo il coinvolgimento totale dei commercianti in maniera propositiva, e per questo verrà presto creato un tavolo di lavoro in sinergia col Comune pronto ad accogliere suggerimenti ed istanze anche da parte dei residenti inevitabilmente coinvolti in questo giustificato disagio. Penso che oggi sia una tappa fondamentale, ma non un traguardo. Occorre ancora un grande salto di qualità e di cultura da parte dei commercianti di via Tisia che continuano ad essere purtroppo soggetti passivi e assenti invece di entrare nel vivo dei grandi temi della gestione del progetto di riqualificazione”.

Sarà inevitabilmente un cambiamento di stili di vita, di abitudini sia dei commercianti che dei residenti, cosi come gli acquirenti e dei potenziali turisti che verranno a fare shopping in viale Tisia, altro obiettivo del Cenaco: un tour dello shopping. Un progetto che risarcisce anche la periferica Mazzarona, fa notare Di Guardo, e che  interesserà anche la valorizzazione di via Piave, piazza Euripide, l’ingresso dello Sbarcadero S.Lucia, Piazzale Marconi, la piazza della Stazione e via Crispi. E ancora il porto piccolo Lakio che servirà per agganciarsi alla riqualificazione della cintura ferroviaria.

Sarà un progetto di altissima qualità – assicura il tecnico – ispirato dal senso di appartenenza della città. Con piste ciclabili in prolungamento a quella già esistente, sino alla Mazzarona dove sorgerà al fianco della Casa del Cittadino anche un presidio dei vigili urbani. Oggi siamo “macchinisti del vapore” buttiamo sempre carbone chiedendo sempre finanziamenti europei ed oggi abbiamo ottenuto riconoscimento e dignità da Roma e da Bruxelles per la bonta dei nostri progetti di rinascita e Siracusa sarà sicuramente esempio virtuoso per tante altre città italiane ed europee. Il nostro progetto Cenaco è stato assai apprezzato in termini di graduatoria di finanziamenti e di buona pratica che possiamo “vendere” in quanto testimonials di eccezione, a livello nazionale ed europeo.

Per la realizzazione del progetto Cenaco verranno ingaggiati anche i giovani del laboratorio Smart Lab.  A giorni la prima convocazione della consulta commercianti-Comune per scendere nei dettagli del progetto da rendere esecutivo entro sessanta giorni. Primo step: il parcheggio. (r.t.)

 

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com