breaking news

Siracusa| Sanità locale punita dalla Regione. La categoria si ribella

24 Gennaio 2019 | by Redazione Webmarte
Siracusa| Sanità locale punita dalla Regione. La categoria si ribella
Sanità
0

La rete di intenti pare stia arrivando, anche se in ritardo, per fare la quadra attorno al caso nuovo ospedale di Siracusa. Adesso sono le categorie professionali che operano nella sanità pubblica a dire la loro e in un documento unitario con la presenza dei sindacati, denunziano l’allarmante disattenzione dei vertici regionali per la sanità verso la provincia di Siracusa. Per il Muscatello di Augusta si chiede l’attivazione del polo oncologico provinciale in aggiunta alle unità operative già presenti oltre all’attivazione osservazione breve intensiva presso il Muscatello di Augusta.

Quali le principali cause del malessere? Al primo punto, il più basso numero percentuale dei posti letto per abitante della Regione Siclia (2,9% provinciale), a fronte della previsione del D.M. 70/2015 del 3,7%). Secondo: il più basso numero di strutture complesse e semplici della Sicilia, in rapporto alle previsioni del D.M.70/2015. Terzo punto: le minori risorse finanziarie di spesa per il personale della Sicilia (appena 180 milioni di euro) che non hanno consentito di avviare tutte le specialità previste dalla Regione (vedi, ad esempio, posti di riabilitazione) e che relegano Siracusa all’ultimo posto della statistica di personale sanitario assegnato all’assistenza.

Questa è la premessa di quanto richiesto dalle sigle che chiedono lo sblocco immediato delle procedure per la costruzione del nuovo ospedale di Siracusa, l’aumento delle risorse destinate all’assunzione di personale da 180 a 200 milioni di euro. Ma c’è anche la proposta in merito alla costruzione del nuovo ospedale di Siracusa che, a  loro dire, dovrà essere classificato di II livello e dovrà prevedere tutte le specialità individuate dal D.M 70/15, con la previsione che il progetto e l’acquisto dell’area dovranno tenere conto di tale obiettivo.

C’è anche una proposta sull’ospedale di Lentini: “dovrà essere classificato di I livello”. E ancora. Nelle more della costruzione del Nuovo Ospedale di Siracusa che l’attuale ospedale sia integrato con le specialità e i posti letto cosi indicati: 1) Chirurgia plastica, indispensabile per potenziare l’attività della Breast/Unit. 2) Chirurgia pediatrica, chirurgia toracica; neurologia con stroke unit di II livello, Neurologia interventistica;  attivazione del polo oncologico provinciale previsto per l’ospedale di Augusta in aggiunta alle unità operative già presenti. E ancora,  attivazione osservazione breve intensiva presso il Muscatello di Augusta. 

Hanno sottoscritto il documento congiunto  le segreterie provinciali di ANAAO: dr. G. Romano; AAROI: dr. Tinè; CISL Medici: dr. V. Romano, ANPO: dr. Risicato, CIMO: dr Candiano, FIALS Medici: dr. Augello, UIL FPL Medci: dr. Pavone, FVM: dr. Cappello, FASSID: d.ssa Abate, FESMED: dr. Matera, AUPI: d.ssa Donzelli, SINAFO: dr Caruso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com