breaking news

Siracusa| Santa Lucia mette la pace. Quante buche, però!

21 Dicembre 2017 | by Redazione Webmarte
Siracusa| Santa Lucia mette la pace. Quante buche, però!
Attualità
'
0

Santa Lucia dopo otto giorni di preghiera ritorna in Cattedrale ed i siracusani si stringono attorno a Lei. E la Patrona continua a compiere piccoli miracoli. Ma quante buche lungo il tragitto per portatori e portatrici!

E’ andata. Santa Lucia, stavolta, forse, piangendo, è rientrata a “Casa”. E’ sembrato che la processione di ieri del ritorno fosse più imponente rispetto a quella del 13. Eppure faceva un gran freddo, ma ieri la sensazione è stata questa. Sarà stato forse l’effetto spettacolo degli atleti improvvisatisi, per virtù più che necessità, portatori di Ceri. O forse l’annunciata presenza di Lucia di Svezia? Sarà stato l’effetto solito dell’attesissimo tradizionale spettacolo pirotecnico ai Ponti, il cui gradimento viene sancito dagli applausi finali. Debolucci.  Tutto questo si. Ma la devozione ha fatto molto di più.

Sotto il segno di Lucia non sono mancati momenti simbolicamente forti. Per esempio, i giovani. Per la prima volta, la veglia notturna alla Basilica al Sepolcro. Di sabato sera, i giovani che hanno deciso di fare le ore piccole ma non in discoteca, si sono dati appuntamento nel quartiere di Lucia per animare la veglia con canti e preghiere. E qualche riflessione forte.

E ancora, emozioni che si tramandano come l’incontro con Maria al Santuario della Madonna delle Lacrime e in ospedale nella processione dell’Ottavario. E la presenza ieri dei portatori tradizionali di ceri che si sono alternati in processionne coi tanti volontari, per lo più uomini e donne dello sport, della politica e dell’attivismo cittadino. O il cambio con applausi tra berretti verdi e vigili del fuoco dal 1991.

L‘impegno di un presidente della Deputazione della Cappella, Pucci Piccione che ha portato il vero cambiamento all’interno dell’organizzazione di celebrazioni centenarie. Lo spiegamento rispettoso e non invadente delle Forze dell’Ordine per i risaputi motivi di sicurezza voluti dal Ministero.

Le portatrici delle reliquie, piu di seicento, che non sono volute mancare all’appuntamento con la Patrona, anche sol per fare “cordone” e per “caricare”. Sono loro il vero test, insieme ai berretti verdi, sulla praticabilità delle strade cittadine: buche profonde, tombini sotto il livello stradale e manto sconnesso. Chi “caricava” reliquie e statua ieri ha dovuto faticare parecchio. Ma senza imprecare.

La favola bella di questa Festa 2017 è stata la stretta di mano e la prova di amore per Santa Lucia e Siracusa tra i tradizionali portatori di ceri che hanno chiarito la loro posizione e l’equivoco sorto col presidente della Deputazione, Piccione.

Un po’ di ritardo. Erano le 23 quando Santa Lucia è giunta in Cattedrale. L’aria era rarefatta. E’ il solito distacco che fa male. Ma la certezza di rivederla a maggio riscalda i cuori sotto una pioggiorella invernale e il vento gelido sferzante che ricorda che il Natale delle famiglie è alle porte. (r.t.)

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com