breaking news

Siracusa | Santa Lucia tra storia e culto

13 Dicembre 2022 | by Federico Tringali
Siracusa | Santa Lucia tra storia e culto
Cultura
'
0

Oggi si celebra Santa Lucia. Patrona di Siracusa, protettrice della vista, degli oculisti e dei ciechi. Ripercorriamo insieme la storia di una delle figure più importanti della cristianità.

Patrona della città di Siracusa, la storia del suo martirio racconta di una serie di torture atroci inflittele dal prefetto Pascasio. Promessa in sposa a un giovane patrizio, la giovane Lucia si recò in pellegrinaggio a Catania pregando Sant’Agata affinché concedesse la grazia alla madre gravemente malata. Inginocchiatasi davanti al sepolcro della Santa, quest’ultima le apparse di fronte chiedendole di mantenere il suo voto di castità.  Subito dopo la madre guarisce e Lucia dona tutti i suoi averi ai poveri, dedicandosi ai più bisognosi. Ma il suo promesso sposo non si rassegnò a perderla e decise di denunciarla al tribunale dell’impero romano.

Inizia così sua la tortura che terminò il 13 dicembre del 304 con la sua decapitazione o, secondo alcune fonti, a causa di un coltello conficcato in gola. Una leggenda narra che Lucia, consapevole che i suoi occhi avevano fatto innamorare il suo promesso sposo, decise di strapparli via e inviarli al suo fidanzato. Occhi le vennero presto restituiti dal Signore. Ecco perchè Santa Lucia viene spesso ritratta con il piattino in mano contenente due occhi. Il suo nome deriva dal latino lux, ossia luce. Probabilmente è anche per questo motivo che la martire siracusana è anche protettrice dei non vedenti.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20
Visualizzazioni: 382

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *