breaking news

Siracusa| Scuola e Periferie. Non cambia slogan il sindaco Italia

27 Dicembre 2018 | by Redazione Webmarte
Siracusa| Scuola e Periferie. Non cambia slogan il sindaco Italia
Cronaca
0

Primi 5 mesi di attività della giunta Italia: indicate alcune priorità per il 2019. Il sindaco: “Devo riconoscere che il consiglio comunale ha lavorato con senso di responsabilità, consentendo la prosecuzione dei servizi ai nostri concittadini”.

Il sindaco, Francesco Italia, ha incontrato stamattina il giornalisti siracusani per il tradizionale scambio di auguri di fine anno. L’incontro si è tenuto nella sala stampa “Archimede” del Comune ed è stato l’occasione per tracciare un bilancio dei primi 5 mesi di attività e per indicare alcune priorità per il 2019. All’incontro hanno partecipato anche gli assessori.

Il primo riferimento è stato dedicato al ruolo della stampa: “Il vostro – ha detto il sindaco Italia – è un compito molto delicato per la democrazia e per la crescita civile di una comunità della quale siete parte integrante. Vi chiedo di assolverlo mantenendo fermi i riferimenti all’etica professionale, specie in questo periodo in cui l’informazione sui social, quindi priva delle dovute verifiche, sembra prendere il sopravvento”.

Il sindaco Italia non ha nascosto le difficoltà che la sua Amministrazione ha dovuto affrontare dovendo operare con risorse finanziarie in gran parte impegnate. “Il bilancio di previsione è stato approvato in ritardo – ha aggiunto – ma devo riconoscere che il consiglio comunale ha lavorato con senso di responsabilità, consentendo la prosecuzione dei servizi ai nostri concittadini.

“E’ da qui che bisogna ripartire nel 2019, senza nascondere i problemi ma affrontandoli per risolverli invece di limitarsi a parlarne. Si diventa comunità quando ci si sente parte di un progetto e si va, anche se con idee differenti, verso un obiettivo comune. In questo senso, il ruolo del sindaco è quello del pacificatore per ricucire gli strappi presenti nella nostra città e per ricomporre i contrasti che la dilaniano, ma occorre il contributo di tutti: cittadini, istituzioni, associazioni”.

Per il 2019, il sindaco Italia ha indicato due priorità: scuola e periferie. “La sicurezza e la qualità della vita nelle scuole sono fondamentali per la nostra Amministrazione, perché lì i nostri ragazzi trascorrono le ore più produttive della giornata ed è lì che, attraverso loro, costruiamo un futuro che tutti vogliamo migliore del presente. L’altro grande tema che ci sta molto a cuore è la ricucitura di centro e periferie perché a tutti devono essere concesse le stesse opportunità a prescindere da dove si abita. Gli alberi di Natale in via Barresi e in via Cannizzo hanno un valore simbolico ma in questi giorni ho voluto partecipare a tante iniziative in tutti i quartieri perché così ho potuto incontrare tanta gente e trasmettere un messaggio: l’Amministrazione si fa carico dei vostri problemi”.

In termini più generali, il sindaco Italia auspica che il 2019 sia l’anno delle “concordia e della pacificazione proprio per tornare ad essere comunità. Dobbiamo cancellare – ha concluso – la distanza della politica e delle istituzioni dai cittadini, ma occorre il concorso di tutti; e dobbiamo creare un tavolo di discussione che metta al centro il benessere dei siracusani. Gli obiettivi di un’amministrazione comunale sono certamente politici ma vanno al di là della politica. Se tutti assieme riusciamo a migliorare la qualità della vita delle persone e a rendere la città più inclusiva, lo facciamo per conto dei cittadini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com