breaking news

Siracusa| Sea Watch 3: nè vinti nè vincitori. Per le Onlus non finisce qua

1 Febbraio 2019 | by Redazione Webmarte
Siracusa| Sea Watch 3: nè vinti nè vincitori. Per le Onlus non finisce qua
Attualità
0

Dopo l’attracco della La Sea Watch 3 al porto di Catania, dove i 47 migranti, tratti in salvo 12 giorni fa, hanno finalmente toccare terra. Le Onlus: “E’ stato un giorno di festa e lo è anche per noi”. “Ma verrà il tempo di esaminare con calma tutta la vicenda, – riferiscono le Onlus – di studiare tutti i documenti ed eventualmente di assumere iniziative per ristabilire la verità dei fatti dopo giorni di menzogne e di accuse infondate, spesso provenienti dal governo”.

Tutta la Città ha seguito in questi giorni la vicenda con trepidazione nell’attesa che le operazioni di salvataggio dei migranti si concludessero nel minor tempo possibile a Siracusa. Perché quello era il porto sicuro di sbarco, per le associazioni – perché era chiaro a tutti, soprattutto dopo la visita a bordo della delegazione guidata dai tre parlamentari, che le condizioni di estremo disagio vissute dai migranti fossero ormai divenute intollerabili”.

“Invece, secondo le Onlus che hanno presidiato per giorni Stentinello –  hanno prevalso, come in altre occasioni, il cinismo e la brutalità della peggiore politica, quella che sulla pelle delle vittime gioca la battaglia del consenso elettorale più a buon mercato. Una danza macabra in cui, senza vergogna e senso del ridicolo, si esibiscono ministri e personaggi di contorno che in nome di una “delega alla cattiveria e all’irresponsabilità” che nessuno gli ha conferito tengono in ostaggio al freddo in mezzo al mare 47 esseri umani, già provati dalle sofferenze dei paesi di origine e di transito e della infernale Libia, per utilizzali come merce di scambio”.

“L’ultimo oltraggio è avvenuto ieri notte quando, dopo lunghe ore di attesa dopo avere annunciato più volte come imminente lo sbarco, dopo che i 15 minorenni presenti sulla nave erano stati affidati ai servizi sociali del Comune di Siracusa, è stato deciso di dirottare la nave a Catania. Verrà il tempo di esaminare con calma tutta la vicenda, – riferiscono ancora le Onlus – di studiare tutti i documenti ed eventualmente di assumere iniziative per ristabilire la verità dei fatti dopo giorni di menzogne e di accuse infondate, spesso provenienti dal governo.

In questo momento ci sentiamo soltanto di ringraziare Sea Watch per lo straordinario lavoro svolto e per l’amore con il quale l’equipaggio si è preso cura di queste persone, augurando loro di tornare prestissimo in mare per svolgere la sua attività umanitaria nel Mediterraneo Centrale. Abbiamo sofferto insieme a loro, ci siamo commossi insieme a loro oggi quando li abbiamo visti sbarcare, adesso gli auguriamo un futuro sereno. Quanto a noi, abbiamo portato avanti una battaglia giusta, ne siamo profondamente convinti e orgogliosi. Abbiamo difeso persone e diritti. Abbiamo difeso la Costituzione e i suoi valori. Continuiamo oggi, come ieri, a lavorare per rispondere (o almeno provarci) a chi ha bisogno, qualunque sia il suo paese di origine”.

Di seguito le associazioni che hanno aderito: AccoglieRete, ACTIONAID, Allievi attori A.D.D.A, Amici casa del libro Rosario Mascali AMNESTY INTERNATIONAL gruppo 85, Area Teatro, ARCI, Arciragazzi Siracusa 2.0,Arcisolidarietà Siracusa, Art. 1, ASTREA in memoria di S.B., Associazione il Megafono 2006, Assoraider delegazione di Siracusa, Casa di Sara e Abramo, CGIL, Chiesa Evangelica Battista, Chiesa Evangelica Valdese, Chiese evangeliche e battiste di Siracusa e Floridia, CIAO (Centro interculturale di aiuto ed orientamento), CISL,Comitato Agesci zona etnea, Connessioni urbane, Diaconia Valdese, Donne Pasionarie, EMERGENCY, Coordinamento Casa Rossa, Coop San Martino, Giosef Siracusa, GIT (soci e socie di banca Etica sud Est e nord Est), Gruppo Scout Siracusa 7, ll gozzo di Marika, Lealtà e Condivisione, LEGAMBIENTE, LIBERA, No hate speec,  Ronda della solidarietà Uds Siracusa, Siracusa Forum, Stonewall, Slow Food Siracusa, Valore Cittadino, Zuimama Arciragazzi

Hanno aderito Africa unita A.N.P.I. Provinciale Catania Associazione dei senegalesi di Catania, Associazione Ingresso Libero Città Insieme Coordinamento per la democrazia costituzionale Comitato Librino Attivo Co.p.e. – Cooperazione paesi emergenti Gapa I siciliani giovani I sentinelli di Catania, La città felice, Mani Tese Sicilia, Pax Christi Catania Rete antirazzista catanese Rete #restiamoumani #incontriamoci Borderline Sicilia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com