breaking news

Siracusa| Segno di nuova sensibilità, la presidente Scala segnala le 4 donne del Vermexio

25 Novembre 2018 | by Redazione Webmarte
Siracusa| Segno di nuova sensibilità, la presidente Scala segnala le 4 donne del Vermexio
Attualità
0

In occasione della “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne 2018” , la Presidente del Consiglio comunale Scala evidenzia con piacere il ruolo che il Consiglio comunale riconosce alle donne in esso rappresentate, segno di nuova sensibilità.

Quattro Donne a Palazzo Vermexio che si distinguono per le loro capacità e la loro determinazione. Quattro donne che ricoprono due Presidenze di Commissioni, Pamela La Mesa e Concetta Vinci, ed altrettante svolgono la funzione di vice presidente, Federica Barbagallo e Laura Spataro. Il segnale di sensibilità giunge dalla presidente del Consiglio Comunale di Siracusa, Moena Scala: “Per la mia professione di avvocato operante nel settore del diritto di famiglia, mi confronto molto spesso con forme di violenza subdola e silente messa in atto nei confronti delle donne proprio all’interno del contesto familiare che ben presto si trasforma da sicuro rifugio in trappola”.

La presidente Scala interviene nella giornata internazionale della violenza sulle donne: “Lo svolgersi delle dinamiche relazionali alteratosi durante la crisi richiede un’analisi attenta che tenga conto delle due parti in causa attraverso un approccio che non sia unilaterale. I dati recenti confermano purtroppo un crescente numero di violenze proprio all’interno delle coppie.

“Occorre un lavoro delicato, finalizzato all’acquisizione, da parte sia delle donne che degli uomini, – dice Scala – della consapevolezza che i rapporti di forza non vanno assecondati ma rovesciati fino ad essere riequilibrati. In questo senso il ruolo del difensore può essere rilevante nel fornire un aiuto concreto alle parti per lavorare sulla messa in discussione di sé stessi, tanto più nel momento difficile della crisi del rapporto, della rottura, per imparare a governare eventi spesso vissuti secondo una visione catastrofica. Una visione distorta che spesso è causa di tragiche conclusioni. Forse è proprio lì che occorre intervenire, in maniera preventiva, per evitare che accada quello che le cronache quotidianamente ci trasmettono”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com