breaking news

Siracusa| Sindaco e mezza giunta al brindisi con la stampa

27 Dicembre 2018 | by Redazione Webmarte
Siracusa| Sindaco e mezza giunta al brindisi con la stampa
Cronaca
'
0

Come suo primo Natale non ha voluto la tradizionale conferenza stampa ma un incontro informale con i giornalisti nella saletta di via Minerva dove, solitamente, si informa la Città sulle “cose” fatte negli ultimi mesi dall’amministrazione comunale.

Al fianco del sindaco Francesco Italia c’erano il vice sindaco Giovanni Randazzo e gli assessori Fabio Granata, Giusy Genovesi e Alessandra Furnari. Sembrava una giunta “rimpastata”. In realtà, l’esecutivo era dimezzato per impegni professionali e familiari degli assessori assenti, Moschella e Lo Iacono.

Ho voluto un semplice brindisi con la stampa solo per sottolineare il ruolo fondamentale e di grande responsabilità che ricoprono i giornalisti – ha detto il sindaco Italia giustificando il cambio di clichè – Siete voi i veicoli delle notizie e della immagine di questa amministrazione comunale”. Richiamo all’alto profilo professionale e alla responsabilità etica anche da parte del vice sindaco Giovanni Randazzo: “Il mio impegno, cosi come il vostro, è senza sconti all’insegna della correttezza e della professionalità”.

L’assessore alla Cultura Fabio Granata ha manifestato la sua solidarietà alla popolazione della provincia catanese investita dall’onda sismica delle ultime ore ed ha rilanciato l’appello ai siracusani a non sparare i “botti” per l’ultima notte dell’anno. “Chi non possiede un cane non può comprendere il male e il disturbo che causiamo ai nostri poveri animali – ha esordito l’assessore senza speranze – I nostri divieti sono inutili, purtroppo, come ogni anno la maggior parte dei siracusani farà orecchie da mercante e proseguirà nella tradizione che fa rumore e tanto male”.

Il sindaco Italia ha concluso l’incontro con i giornalisti con un appello di solidarietà alla vicina Catania colpita dal terremoto manifestando la propria vicinanza e disponibilità ai sindaci dei comuni più offesi.  “Casa è sinonimo di riparo, intimità, sicurezza.  Il terremoto non crepa solo le mura delle nostre città – ha scritto il sindaco di Siracusa sulla sua pagina social – ma intacca quel senso di protezione del focolare domestico di cui nessuno dovrebbe fare a meno. Un pensiero fraterno a tutte le famiglie colpite dal terremoto, ai colleghi sindaci dei comuni interessati e ai volontari in azione da quella terribile notte. Siracusa è al vostro fianco”. (r.t.)

[embed_video id=170395]

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com