breaking news

Siracusa| Sr-Ct, la media di un incidente al giorno

4 Novembre 2016 | by Redazione Webmarte
Siracusa| Sr-Ct, la media di un incidente al giorno
Cronaca
0

Resta riservata la prognosi del centauro siracusano ricoverato al Cannizzaro. Ennesimo scontro con un’auto in galleria. Poco prima un altro incidente, autonomo Elisoccorso e traffico bloccato per 1 ora.  Sino a ieri in Prefettura si programmava la nuova illuminazione nei tunnel delle tenebre.

faro-300x250bis

In un preciso momento storico, sarà il secondo o il terzo negli ultimi venti anni, in cui si parla di Ponte sullo Stretto, frattanto, lungo la Siracusa – Catania (e viceversa) si viaggia con la media di un incidente al giorno. L’ultimo della serie, grave, alle otto di venerdì scorso, subito dopo la prima galleria una volta superato lo svincolo per Augusta. Coinvolti un’ auto e una moto. Ad avere la peggio un 27enne di Siracusa soccorso con l’elicottero, atterrato su di un tratto stradale nel frattempo chiuso, trasportato d’urgenza al Cannizzaro di Catania.Traffico, ovviamente, paralizzato in direzione del capoluogo etneo almeno per un’ora. Appena tre giorni prima lo scontro, la cui dinamica resta ancora al vaglio degli inquirenti, tra due auto avvolte nelle tenebre delle gallerie “dagli impianti tecnologicamente avanzati”: Le migliori in tutta Europa, si disse con orgoglio qualche anno fa al taglio del nastro. Sono passati anni e le gallerie rimangono al buio. Un buio che acceca anche in pieno giorno. Traumatico il passaggio dalla luce del sole al “nero fitto”, tale da non far vedere le luci dell’auto che ti precede. Dentro il ventre della balena si procede a passo lento, i più audaci sfidano il buio segnalando debitamente la mossa del sorpasso. Qualche volta va bene, molte no. Una volta inghiottiti dal buio, gli occhi si affannano a cercare la luce, si spalancano in automatico più del dovuto, annaspando, cercando un puntino di riferimento, lì in fondo dopo qualche momento che inizia a farsi sentire quel senso di claustrofobia. Il buio che ti pressa. E poi la luce. Luce accecante, socchiudi gli occhi per forza quando rientri nuovamente nelle tenebre nel giro di un microsecondo. Peggio del trauma della nascita. Dal buio alla luce. E noi subiamo anche il viceversa.  E’ sorto un comitato, anche in questo caso, per chiedere spontaneamente lo stop alla mattanza dentro le gallerie. Troppi incidenti. E qualche morto sulla coscienza. E così, il buon padre di famiglia Armando Gradone, ha pronunciato l’ennesima “strigliata” facendo la voce grossa dalla Prefettura di Siracusa. Ecco i risultati. Entro tre settimane le due gallerie della autostrada Siracusa-Catania saranno nuovamente illuminate. La direzione regionale di Anas ha assunto l’impegno con il prefetto Gradone che ha convocato attorno ad un tavolo non solo Anas ma anche i vertici della Polizia Stradale Sicilia Orientale, dei comandi provinciali dei Vigili del Fuoco di Catania e Siracusa e delle sezioni di Polizia Stradale di Catania e Siracusa. Anas ha bandito una gara che dovrebbe concludersi con l’aggiudicazione nelle prime settimane del nuovo anno. Il progetto prevede la realizzazione di dissuasori per bloccare le scorribande dei ladri di oro rosso, capaci di “inventare” sistemi sempre nuovi per superare i controlli che, comunque, sono in essere cosi come conferma il direttore regionale Anas, Eutimio Mucilli. Frattanto aumenta il bollettino stradale. A metà mattina altro incidente nella galleria San Demetrio, incidente autonomo stavolta. E non sono pochi. “Senza telefoni e sigarette in mano” restano le ammonizioni principali.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com