breaking news

Siracusa| “Una menzogna di Palazzo Vermexio”

8 Settembre 2016 | by Redazione Webmarte
Siracusa| “Una menzogna di Palazzo Vermexio”
Politica
0
Il gruppo consiliare guidato da Vinciullo non molla “Siracusa da Amare”: il logo non risulta registrato alla Camera di Commercio. La prossima volta, prima di aprire la bocca, controllate”.

“Il Sindaco di Siracusa dichiara che: “Siracusa d’Amare è un marchio registrato dal Comune di Siracusa e che il Comune mette ovunque. Chi verrà dopo di me potrà cambiarlo se non lo gradisce”. Sarebbe interessante sapere dove e quando è stato registrato questo logo, dal momento che ancora aspettiamo una risposta a una interrogazione del Consigliere Comunale Castagnino del 19 febbraio del 2015 proprio sull’argomento. Lo dichiarano l’On. Vincenzo Vinciullo, Presidente della Commissione ‘Bilancio e Programmazione’ all’ARS e i Consiglieri Comunali Fabio Alota, Salvo Castagnino e Salvo Sorbello. A nessuno poi sfugge che vi sono delle pagine Facebook con questo stesso logo riconducibili all’attuale Sindaco di Siracusa e ci sembra pure di ricordare che uno degli slogan utilizzati in campagna elettorale sia stato proprio questo. L’opposizione, hanno proseguito Vinciullo, Alota, Castagnino e Sorbello, non vive di sospetti, ma solo di certezze e la certezza è che il logo “Siracusa d’Amare” non risulta registrato alla Camera di Commercio di Siracusa, a meno che l’Amministrazione Comunale non abbia pensato di registrarlo presso altra Camera di Commercio. La maggioranza o presunta tale, perché in seguito alla bocciatura, l’altro ieri, del Presidente del Consiglio Comunale non esiste più una maggioranza in questa città, invece, vive di piccoli mezzucci ed espedienti che mescola a grandi menzogne con le quali pensa di nascondere la verità e la realtà che è molto più modesta e povera di come invece si vuole fare credere. Di conseguenza, invitiamo il primo cittadino di Siracusa a dirci dove ha registrato il logo, perché è chiaro che altri tipo di registrazione non sono validi né potranno essere utilizzati in futuro. Spiace, ancora una volta, hanno concluso Vinciullo, Alota, Castagnino e Sorbello, dover umiliare il Vermexio, dovendo costatare che le cose dette non corrispondono al vero”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com