breaking news

Siracusa| Villa Azzurra, “nessuno perda il lavoro”

Siracusa| Villa Azzurra, “nessuno perda il lavoro”
Sindacale
0
Appello della FP Cgil  a tutte le istituzioni contro la chiusura della clinica privata, 69 a rischio

La Segretaria Prov.li FP Cgil della Sanità Privata Marcella Coppa e il Coordinatore prov.le della sanità privata Cisl FP Sebastiano Miceli esprimono grave preoccupazione per l’ulteriore perdita di posti di lavoro che potrà subire la nostra provincia nella difficile vertenza che in queste ultime settimane hanno affrontato con la proprietà e l’Amministratore Unico della Clinica Villa Azzurra, struttura accreditata con il servizio sanitario che occupa circa 69 dipendenti tra personale sanitario ed amministrativo. La proprietà, a seguito di comunicazione alle OO.SS. ed Rsa dell’avvio della procedure previste dall’art.47 legge 428/1990 ossia cessione di affitto del ramo di azienda ad una nuova società Gesin s.r.l., cessione dettata dalla necessità di ripianare le esposizioni debitorie, propone quale soluzione per il mantenimento dei livelli occupazionali di esternalizzare il servizio di ausiliarato e di sanificazione ad una società cooperativa la Opera Servizi, che per un costo inferiore a quello in atto sostenuto dall’azienda potrà fornire il servizio oggi svolto da 8 operatori ausiliari a cui si applica come per la totalità degli altri operatori il Contratto di Sanità privata Aiop. Il minor costo che la nuova società Gesin SRL dovrà sostenere esternalizzando il servizio peserà tutto sui lavoratori ai quali verrebbe applicato il Contratto delle Cooperative Sociali con una formula part-time e con un’ulteriore declassamento del profilo di appartenenza. Il serrato confronto con la parte datoriale si è chiuso ieri pomeriggio con un netto rifiuto delle proposte avanzate dall’azienda. Ancora una volta si divide e viene frantumato il mondo del lavoro, la restante parte dei lavoratori sarà ceduta senza soluzione di continuità alla nuova società alle stesse condizioni contrattuali ed i lavoratori impegnati nel servizio di supporto, sanificazione e di pulizia lasciato a casa. Nessuna apertura da parte dell’azienda a soluzione proposte dalle uniche sigle Fp Cgil e Cisl Fp che al tavolo di confronto hanno avanzato proposte che potessero garantire tutti i lavoratori e non soltanto una parte( contratto di solidarietà, trasformazione del contratto a part-time). E’ amaro constatare che ancora una volta il sindacato confederale è l’unico soggetto che tutela il lavoro nella realtà del privato sociale, il sindacato autonomo non ha condiviso una battaglia che ha come unico obiettivo eguale lavoro, eguale contratto. La Fp Cgil e la Cisl Fp sarà a fianco dei lavoratori e non permetteremo che un solo lavoratore possa perdere il lavoro per responsabilità di una gestione aziendale diseconomica di cui i lavoratori non portano alcuna responsabilità. Nelle prossime settimane ci appelleremo a tutte le istituzioni che nel territorio possono e debbono supportare le azioni che il sindacato di categoria unitariamente intende realizzare per i lavoratori”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com