breaking news

Siracusa| Vince la gente “italiana”, Reale annuncia ricorso

Siracusa| Vince la gente “italiana”, Reale annuncia ricorso
Politica
'
0

In molti ricorderanno questa notte di San Giovanni come momento storico per la città, una lezione di democrazia, forse, sicuramente una svolta “epocale”: ha vinto il singolo contro il “sistema”, i partiti storici di governo ed i suoi alleati storici. Con la vittoria di Francesco Italia molti non hanno timore di essere smentiti: ha vinto il popolo. In barba al rischio della “continuità” e del dopo Garozzo. Nonostante il pesante assenteismo elettorale, il primo avversario dei due competitors.

Ma i problemi non finiscono qui. Adesso Italia dovrà fare i conti con un consiglio comunale che non lo rappresenta adeguatamente, la maggioranza è di centrodestra e pentastellata. Da qui a poco si dovrà far di necessità virtù, probabilmente stringere delle alleanze. E qualcuno potrebbe ritornare all’ovile dopo il distacco e il fallimento elettorale di Reale. Mentre Italia predica “buon senso”, c’è chi medita già le prime mosse per tentare un riavvicinamento al neo sindaco. Chi farà il primo passo?

Premiata la strategia di comunicazione: “san Francesco” pedalando pedalando è riuscito a sorpassare il già quotato e forte Reale, con una candidatura partita in ritardo rispetto agli altri competitors, e giungendo al fatidico giro di boa del ballottaggio che alla fine l’ha visto trionfare con un buono scarto di voti. Forse, inaspettatamente. Eppure, la “semplicità” e il sorriso hanno avuto la meglio. Gli indecisi hanno fatto il resto.

Plauso a chi ha lavorato allo spoglio. Operazione abbastanza veloce sino a giungere alla proclamazione del nuovo sindaco. Non era nemmeno scoccata la mezzanotte quando si dava per scontata la vittoria di Italia. I risultati di ogni sezione sono stati scanditi dal tifo da stadio del suo comitato elettorale di Italia che ha scelto la periferia (la Pizzuta) aspettando gli esiti in un salone parrocchiale con pizzette ed arancini.

Il discorso “sudato” ed emozionato alla Pizzuta, il saluto agli elettori, poi in sella alla bici Francesco ha raggiunto di volata Palazzo Vermexio per una intervista Rai. “Non andare in bici che sei sudatissimo! – lo ammonisce la bella mamma, ma lui non vuol saperne e “ordina” al fratello Sebastiano di portargli subito la bicicletta: “Forza che ho fretta, devo andare al Vermexio, mi aspettano. Non voglio andare in macchina”.

Dietro Francesco che pedala, pedala, un codazzo di auto che strombazza e lo accompagna sino in Piazza Duomo. Lo incitano. Non c’è la nazionale ai mondiali, ma qualcuno sventola le bandiere con la goduria piena di poter gridare lo stesso “Viva (l’) Italia!”.

Francesco Italia spera di aver ringraziato tutti, sa di dimenticare qualcuno dal lungo elenco, si scusa, lo farà doverosamente più tardi, magari domani a mente lucida. Non dimentica però Giancarlo (Garozzo), Miky (Giansiracusa), la collettività di Belvedere (di Enzo Pantano), i suoi assessori della prima e della seconda ora, mamma, papà, il fratello Sebastiano, Vittorio, e tutto lo staff che ha curato la comunicazione. Anche se, va detto, Francesco ha fatto gran parte del lavoro da solo. In bici, con la sua telecamerina incorporata al manubrio, in giro per la città a far vedere ai suoi followers le bellezze di Siracusa, quartiere dopo quartiere.

Francesco ha avuto un sorriso per tutti. Ha vinto anche per questo. E’ bello, bravo e di successo. E’ giovane e pieno di speranze. Vuole il cambiamento. E adesso dovrà essere consequenziale. Ci sono 60 milioni di euro di progetti europei già finanziati. La sua Siracusa potrebbe veramente cambiare volto.

Una legge “crocettiana” vuole che il candidato sindaco perdente (Ezechia Paolo Reale) entri di diritto in consiglio comunale. Non mancheranno colpi di scena. Intanto il prevedibile “ricorso” “per una serie di omissioni e gravi relative ai dati del primo turno”, annuncia Reale riferendosi ai ritardi nella ufficializzazione dello spoglio con la commissione elettorale centrale ancora al lavoro per ricostruire con esattezza i dati di tute le 123 sezioni. “Prendo atto del risultato, Italia dovrà adesso guidare la città. Ma noi abbiamo la maggioranza in Consiglio comunale e potremo determinare le scelte dell’amministrazione Italia”. (rt)

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com