breaking news

SIT IN NELLA ZONA INDUSTRIALE E AL TRIBUNALE.IL COMITATO NO RIGASSIFICATORE SI MOBILITA E CHIEDE SICUREZZA

SIT IN NELLA ZONA INDUSTRIALE E AL TRIBUNALE.IL COMITATO NO RIGASSIFICATORE SI MOBILITA E CHIEDE SICUREZZA
Attualità
0

Ricominciano a Priolo, le mobilitazioni del comitato “No al rigassificatore”. Questa volta a farla da padrona è la paura della mancanza di sicurezza della zona industriale alla luce dei recenti incidenti alla ISAB Nord e alla ISAB Energy.

Con un sereno dibattito che ha visto esprimere diverse opinioni, l’intero comitato si è trovato d’accordo a passare alla fase della mobilitazione, per continuare il lavoro di sensibilizzazione della cittadinanza e non solo.

Durante l’attenta discussione, svoltasi nel tardo pomeriggio di ieri, davanti la sede di libera Democrazia e che ha visto la massiccia   partecipazione di tutti gli aderenti al comitato, molte le idee e le iniziative proposte, sia dal punto di vista istituzionale che da quello pratico d’informazione; tra i suggerimenti, quello di organizzare dei sit-it in tre precisi punti focali sia per la zona industriale che per l’intera provincia e cioè, le portinerie ISAB Nord, raffineria protagonista dell’incidente del 9 Giugno, e Sud, sede legale Ionio-Gas, azienda promotrice del rigassificatore, e davanti il tribunale di Siracusa, con l’auspicio anche di potere avere un incontro con il prefetto.

Il gruppo potrebbe chiedere al sindaco di costituirsi parte civile Le riunioni del comitato continueranno. Oggi, incontro presso la sede dell’associazione Priolo Parla per definire modalità e date.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com