breaking news

SITI ARCHEOLOGICI E PAESAGGISTICI AMMIRATI DOMENICA DURANTE L’INIZIATIVA PROMOSSA DALL’ASSOCIAZIONE CULTURALE KOINE’

SITI ARCHEOLOGICI E PAESAGGISTICI AMMIRATI DOMENICA DURANTE L’INIZIATIVA PROMOSSA DALL’ASSOCIAZIONE CULTURALE KOINE’
Attualità
0

Domenica all’insegna dell’arte e della cultura, quella appena trascorsa, per i visitatori di alcuni siti archeologici e paesaggistici di Priolo Gargallo. L’iniziativa inserita nella XIV Settimana della Cultura e promossa dall’Associazione Culturale priolese “Koinè” ha attirato un cospicuo numero di visitatori che hanno potuto trascorrere una giornata soleggiata nei territori dalla bellezza ineguagliabile di Priolo Gargallo. Il presidente dell’associazione Koinè insieme al sindaco di Priolo, Antonello Rizza e parte dell’amministrazione hanno potuto seguire l’escursione organizzato presso i luoghi di interesse artistico.  Diverse associazioni hanno prestato la loro collaborazione per la riuscita dell’evento tra queste: Lipu Priolo, AmaPriolo, Legambiente di Priolo, Melilli e Siracusa, Lamba Doria Siracusa, Fai (delegazione di Siracusa), SiciliaAntica Siracusa e Aidia Siracusa. Sono stati ripercorsi angoli del territorio dal fascino millenario che hanno conservato la loro integrità e che hanno piacevolmente sorpreso soci e docenti dell’Università delle Tre Età, diverse famiglie e gruppi organizzati ed escursionisti amanti dell’arte e della cultura, che hanno partecipato con vivo entusiasmo all’evento. Grazie alla concessione della Pontificia Commissione di Archeologia Sacra – Ispettorato per le catacombe della Sicilia Orientale, e alle puntuali spiegazioni del dott. Carmelo Scandurra è stato possibile ammirare la catacomba cristiana di Manomozza 1,  della quale sono stati visitati i loculi dall’arcaica bellezza scavati sotto la terraferma.  L’arch. Giuseppe Santoro, direttore scientifico dell’associazione Koiné , insieme alla dott.ssa Cristina Rizza ed al sig. Salvo D’Aquino hanno accompagnato i visitatori alla catacomba di Manomozza 2, Fabio Cilea e la dott.ssa Francesca Di Blasi hanno accompagnato gli escursionisti, amanti della flora e della fauna, nella suggestiva Riserva Naturale Saline – Lipu di Priolo. Visita alla Torre presso la penisola Magnisi, con l’ausilio delle spiegazioni del dott. Danilo Limpido, alle necropoli  di Thapsos, grazie all’arch. Marinella Tino e alla dott.ssa Anna Di Maio . Con la visita della Batteria militare A.S. 361, illustrata dal dott. Alberto Moscuzza, dal dott. Massimo Paladino e dal prof. Nicola Di Benedetto, dell’associazione Lamba Doria si è conclusa la visita dell’agreste territorio priolese.  Visitata anche la mostra degli “Antichi mestieri” e la mostra allestita presso la Casa “Liggeri” relativa al progetto “Siti da salvare e storie da raccontare”, ideato e coordinato dalla dott.ssa  Emilia Ferrara, presidente del Circolo Legambiente “Timpa Ddieri” di Melilli – Villasmundo.

Silvana Baracchi            

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com