breaking news

SOS SIRACUSA RESTA ALLIBITA DI FRONTE ALLA QUESTIONE DELLE VARIANTI AL PRG

SOS SIRACUSA RESTA ALLIBITA DI FRONTE ALLA QUESTIONE DELLE VARIANTI AL PRG
Attualità
0

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO:

 

Restiamo allibiti ed esterrefatti per quanto sta accadendo in questi giorni. Giorni cruciali per la definizione delle VARIANTI al Piano Regolatore Generale. VARIANTI che hanno il massimo consenso da parte della cittadinanza, votate nel 2009 da tutto il Consiglio Comunale, predisposte dalla Commissione Urbanistica, rielaborate da un Tavolo Tecnico, supportate da ordini professionali, associazioni di categoria, associazioni ambientaliste, con uno sforzo partecipativo mai visto fino ad oggi nella nostra città. Ebbene queste VARIANTI DELLA BELLEZZA, che mirano a salvaguardare il territorio siracusano da una CEMENTIFICAZIONE SELVAGGIA, al punto da azzardare il paragone con la piaga SPAZZATURA che affligge Napoli, hanno dei nemici nella pubblica amministrazione, che ne ostacolano la predisposizione. Il ritardo biblico con il quale gli uffici competenti le stanno predisponendo, con la copertura politica del Sindaco apparentemente “ravveduto” e del  “precario” Assessore al ramo, ha dello scandaloso. Definite chiaramente dal Consiglio Comunale del 21 dicembre 2010 con predisposizione d’urgenza entro 90 giorni, ancora oggi non vedono calendarizzato il dibattito per l’approvazione finale. Così,  per la zona costiera (Pillirina) si è fermi ad una bozza di variante minacciata dal parere negativo del dirigente dell’ufficio Urbanistica, mentre per la zona dell’Epipoli e del Parco delle Mura Dionigiane viene candidamente detto che: “non è possibile effettuare VARIANTI in quanto il Comune di Siracusa su quei terreni, ha stipulato una CONVENZIONE con dei Privati”. Restiamo allibiti per l’atteggiamento di coloro che avendo chiesto un “congruo tempo” per la predisposizione delle VARIANTI, hanno invece sfruttato questo tempo per predisporre le CONVENZIONI con i privati, nel più assoluto e sospettoso  riserbo, lavorando in totale contro tendenza con quanto deliberato dal Consiglio Comunale, ovvero dalla massima espressione democratica cittadina! Come in un gioco delle parti, davanti a tali incresciosi ritardi il Sindaco si è limitato a emanare lettere di censura, nei confronti del dirigente da lui stesso chiamato e incaricato a dirigere il delicato compito dell’Ufficio Urbanistica, nonostante i suoi trascorsi.

SOS SIRACUSA

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com