breaking news

SUL MUSCATELLO IL SINDACO DIFFIDA ASP E REGIONE

27 Dicembre 2011 | by Redazione Webmarte
SUL MUSCATELLO IL SINDACO DIFFIDA ASP E REGIONE
Sanità
0

Dura presa di posizione del sindaco Carrubba nei confronti dell’Asp di Siracusa e dell’Assessorato Regionale alla Salute.  Con una nota del 22 dicembre,inviata al Presidente della Regione e alle autorità sanitarie,al Prefetto di Siracusa e al Presidente della VI Commissione Parlamentare dell’Asr, Carrubba ha ribadito il rispetto degli impegni assunti sul futuro dell’ospedale Muscatello di Augusta. Nella nota il sindaco ricorda che nella riunione dell’01.06.2011 presso la Prefettura di Siracusa fu concordato che nessun spostamento di reparti dal Presidio Ospedaliero “Muscatello” di Augusta sarebbe potuto avvenire senza contestuale attivazione di quelli previsti, e che il 18 ottobre scorso il Comune ha richiesto alla competente commissione dell’Assemblea Regionale Siciliana, nel  corso il dibattito in merito al riordino e alla razionalizzazione dei punti nascita, di valutare la opportunità di non privare il P.O.  “Muscatello” di questo reparto, fornendo una serie di elementi a supporto della richiesta.  Carrubba sottolinea poi come, nonostante con la nota ufficiale del 21.09.2011, a firma dell’Assessore Regionale alla Salute, l’Assessorato abbia espresso il proprio orientamento ad adottare un provvedimento di modifica del D.A. n. 1377 del 25.05.2010, recependo la richiesta della conferenza dei Sindaci del 28 Luglio 2011, e che in occasione della sua visita ad Augusta del 25 ottobre il Presidente della Regione Lombardo ne abbia fatto proprio il contenuto di fronte, prima alle autorità cittadine e poi ad una vasta rappresentanza di cittadini riuniti presso l’ospedale Muscatello, ad oggi, nonostante il notevole tempo trascorso, non sia seguito alcun atto che concretizzi la volontà espressa. Carrubba, dopo aver ricordato come si sia ad oggi in attesa della definizione della problematica da parte del TAR e della Regione Sicilia, ha denunciato i continui disservizi e i problemi nella gestione delle strutture e del personale che si ripercuotono sulla qualità dell’offerta sanitaria nel nostro territorio, ed ha denunciato come da ambienti interni all’azienda sanitaria continuino a giungere allarmi circa la continuità del servizio sanitario in alcune Unità operative e di imminenti trasferimenti di attrezzature e attività ad altro presidio, notizie che creano allarme tra i cittadini e contribuiscono a mantenere alta la tensione in città. Carrubba ha quindi diffidato l’Asp di Siracusa e l’Assessorato regionale alla Salute “ad assumere tempestivamente ogni provvedimento in materia di gestione delle attrezzature, delle strutture e del personale, che vada esclusivamente nella direzione della tutela della qualità del servizio rivolto ai cittadini presso il P.O. Muscatello di Augusta”. La nota si conclude con due richieste: “Si attende il rigoroso rispetto di quanto concordato nella riunione in Prefettura dell’ 1 giugno scorso, e successivamente in più occasioni ribadito, e di quanto annunciato dal Presidente Lombardo il 25 settembre scorso ad Augusta, riguardo della riorganizzazione delle Unità Operative. Si ribadisce inoltre l’esigenza del pieno coinvolgimento di questo Comune nella annunciata programmazione delle attività che riguardano l’ospedale Muscatello”. (mdf)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com