breaking news

TRUFFA: SCOVATA AZIENDA TUNISINA FANTASMA

TRUFFA: SCOVATA AZIENDA TUNISINA FANTASMA
Cronaca
0

Al termine di articolate e complesse indagini, è stata scoperta un’azienda tunisina “fantasma”, che procacciava lavoratori ed esponeva crediti d’imposta inesistenti. Le indagini, svolte nella zona Sud del territorio della provincia, hanno accertato una truffa ai danni dell’Agenzia delle Entrate, dell’I.N.P.S. e dell’I.N.A.I.L di Siracusa. Messa in atto da  4  soggetti, tra cui un cittadino extracomunitario, nonché un tentativo di truffa ai danni dell’INPS, la truffa era finalizzata ad ottenere prestazioni previdenziali a sostegno del reddito. L’attività investigativa svolta, ha permesso di accertare che un’Azienda Tunisina Metalmeccanica, con unità produttiva collocata a Priolo, iscritta alla corrispondente Camera di Commercio di Tunisi, e regolarmente iscritta anche alla Camera di Commercio di Siracusa, aveva il solo compito di procacciare lavoratori subordinati, le cui prestazioni lavorative venivano immediatamente utilizzate  da 2 aziende siracusane. L’azienda tunisina, infatti, assumeva formalmente lavoratori, affinché gli stessi prestassero attività lavorativa alle dipendenze dirette di altre aziende appartenenti a settori merceologici diversi da quello metalmeccanico. Per i rapporti di lavoro fittiziamente instaurati, procedeva a compensare i debiti relativi ai contributi e ai premi assicurativi da versare all’INPS e all’INAIL  a mezzo di crediti d’imposta inesistenti, mentre le due aziende siracusane, che di fatto utilizzavano le prestazioni lavorative di 14 lavoratori, non pagavano alcun contributo, con una notevole riduzione del costo lavoro. L’ammontare dei crediti compensati è superiore a 110.000 Euro. Sono state applicate sanzioni amministrative per oltre 150.000 Euro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com