breaking news

UNIVERSITA’-CONFRONTO SUL QUARTO POLO

UNIVERSITA’-CONFRONTO SUL QUARTO POLO
Attualità
0

Al via il confronto per la definizione della nuova offerta formativa nell’ambito del quarto polo universitario statale siciliano. Gli stati generali dell’università si sono ritrovati questa mattina a Siracusa, presso Palazzo Impellizzeri, in un incontro fra le istituzioni locali, le organizzazioni imprenditoriali e sindacali, il mondo della cultura e della stessa universita’, le deputazioni nazionale e regionale e il mondo politico. Alla base dell’incontro la ricerca di nuove ipotesi negli indirizzi di studi da affiancare alla facoltà di Architettura. Un primo approccio che  sia il presidente della Provincia,  Bono che il sindaco di Siracusa Visentin  hanno definito  ” di metodo”, cioè utile a stabilire le modalità per l’individuazione dell’offerta  formativa da definire  preso atto di tutte le proposte che saranno avanzate. In apertura  dell’incontro, il presidente del consorzio universitario Archimede, Meloni ha ripercorso i vari passaggi già consumati per il Quarto  Polo Universitario  Statale  ed ha auspicato che non si continui   sul versante  della polemica   politica, come avvenuto  nelle scorse settimane, ma che al contrario si discuta  e si decida una proposta  attraverso il più ampio confronto  nel territorio. Bono, che ha rilevato  come sarebbe stata auspicabile in questo primo incontro  una partecipazione  più nutrita , adeguata all’importanza dell’argomento,  ha annunciato che sarà perseguita una strada che sottoponga tutte le ipotesi avanzate ad una verifica   scientificamente  valida, attraverso    l’utilizzazione di  ricerche di mercato, dati ministeriali e altre informazioni che possano  contribuire a determinare una scelta tecnicamente e culturalmente  valida e funzionale   per la seconda  facoltà   nella provincia  di Siracusa da affiancare alla facoltà di Architettura “. Soprattutto una offerta formativa capace di “scongiurare  – hanno  detto Bono e Visentin –   di creare laureifici senza sbocchi reali per i nostri giovani”. Il presidente  della Provincia ha rimarcato    di  “non avere alcun problema con la Università  Kore  di Enna. Casomai è il contrario, poiché una futura presenza del Quarto Polo pone problemi  per la Kore. Noi siamo determinati  per la realizzazione di un polo statale, mentre la Kore è una università privata  che opera unicamente  grazie a fondi pubblici. Una università che ha gravi  problemi economici specie in materia di strutturazione delle docenza. Ed è quindi alla ricerca  di come scaricare  i suoi costi e i suoi problemi su qualcun altro . ” Sia Bono che Visentin, dopo aver precisato che  ” questo qualcun altro  non sarà certamente  Siracusa”,  hanno  dichiarato che  “il Quarto Polo  può sostenere  i costi   utilizzando  le risorse fin qui erogte  dai vari enti. E’ quindi possibile sostenere   il costo previsto di due, da parte di Siracusa, senza bisogno , per i primi anni, di ulteriori risorse”. Il metodo  per  raggiungere  la scelta attraverso serie ricerche e  non inseguendo presunte vocazioni è stato  condiviso dall’assessore regionale Giambattista Bufardeci. Prima della interruzione per le vacanze  estive  sarà  tenuta una ulteriore riunione sull’argomento  per arrivare alla definizione  dell’offerta    alla ripresa autunnale. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com