breaking news

VALENTI DICHIARA: INCOLMABILE LA DIVISIONE TRA CONSIGLIO COMUNALE E IL SINDACO RIZZA

9 Dicembre 2011 | by Redazione Webmarte
VALENTI DICHIARA: INCOLMABILE LA DIVISIONE TRA CONSIGLIO COMUNALE E IL SINDACO RIZZA
Politica
0

Si è svolto martedì sera 6 dicembre il Consiglio comunale, monotematico,  convocato dal Presidente Orazio Valenti, per discutere sulla delicata questione del distacco dei contatori dell’acqua di circa venti famiglie morose di Priolo Gargallo, da parte dell’azienda Sai 8. Un confronto assolutamente utile e necessario, per cercare una soluzione  tra le parti in causa,  e salvaguardare e garantire il servizio idrico a quanti, in questa difficile fase di crisi per le famiglie, non sono in grado di pagare le forniture, senza privarli dell’acqua. Presente all’assise cittadina, quale rappresentante dell’azienda Sai 8, il direttore dell’area infrastrutture ing. Alessandro Aiello. Ma l’argomento non è stato nemmeno sfiorato ed abbiamo assistito all’ennesimo “botta e risposta” tra i consiglieri dell’attuale maggioranza al Consiglio, che fa capo al gruppo Valenti, e la minoranza vicina all’amministrazione Rizza. Il Consiglio comunale si è trasformato in “un campo di battaglia” dove gli schieramenti si sono scontrati non risparmiandosi colpi e fendenti di ogni tipo. Ma si sa, quando gli animi si esasperano, la rabbia prende il sopravvento e si scade verso il basso. Intervistato il Presidente del Consiglio, Orazio Valenti (nella foto), ha dichiarato che la divisione tra il Consiglio e l’amministrazione retta dal sindaco Rizza, è incolmabile, date anche le ripetute assenze del primo cittadino alle sedute del Consiglio. Penso – ha dichiarato il Presidente Valenti – che la “tutela” che manca al sindaco in Consiglio, come dal sindaco stesso dichiarato sugli organi di stampa,  sia quella dei numeri, dei numeri della maggioranza, e anche se il sindaco Rizza non fa i conti con il pallottoliere, sicuramente si sarà accorto di questo piccolo ma quanto mai importante particolare. Con solo otto consiglieri vicini all’amministrazione Rizza – continua Valenti – il  primo cittadino non rappresenta più né i cittadini né il Consiglio comunale. Sulla vicenda è intervenuto anche il vicesindaco, Giovanni Parisi, che ha apostrofato la seduta di Consiglio comunale con due parole: “che scempio”. Il Consiglio comunale – ha dichiarato Parisi – convocato per trattare un argomento di preminente importanza, riguardante il distacco dei contatori a famiglie indigenti da parte della Sai 8, per il quale era presente un dirigente dell’azienda, disposto a rispondere a tutte le richieste degli intervenuti, è diventato scenario di una inopinabile bagarre tra i consiglieri e gli assessori rappresentanti dell’amministrazione, con accuse e recriminazioni, da entrambi le parti, che non hanno mancato di scendere sul personale.  L’amministrazione  – ha concluso il vicesindaco Parisi – continuerà in quello che è l’incarico che la cittadinanza gli ha affidato, lavorando con la responsabilità che il compito merita. Intanto il consigliere Alessandro Biamonte ha dichiarato che al prossimo consiglio comunale sarà portato in aula la sfiducia al sindaco Rizza “per mettere un fine a questo andazzo indecente di condurre la macchina amministrativa”. La riunione consiliare è stata rinviata per mancanza del numero legale.

Silvana Baracchi      

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com