breaking news

VALUTAZIONE DEI DANNI CAUSATI DAL MALTEMPO. CARRUBBA SODDISFATTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SISTEMA DI PROTEZIONE CIVILE

VALUTAZIONE DEI DANNI CAUSATI DAL MALTEMPO. CARRUBBA SODDISFATTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SISTEMA DI PROTEZIONE CIVILE
Attualità
0

E’ in corso la stima definitiva dei danni provocati dall’eccezionale  ondata di maltempo che ha colpito la città megarese lo scorso fine settimana, a comunicarlo è il sindaco Massimo Carrubba.

“Siamo in costante contatto con la direzione provinciale del Dipartimento della Protezione Civile, con la quale stiamo collaborando per la determinazione dei danni provocati dalla burrasca e dal nubifragio che nello scorso fine settimana ha colpito il nostro territorio.”

Il primo cittadino ricorda come la viabilità non abbia subito interruzioni e come quelli che negli anni passati erano stati i punti di maggiore fragilità del sistema viario, abbiano retto bene all’impatto con lo straordinario evento.
Il riferimento è all’ingresso alla città,  in particolare alla zona adiacente al campo sportivo “Fontana” e al Lungomare Rossini che negli anni passati, prima degli interventi realizzati di recente, bloccavano per diversi giorni il transito automobilistico  in conseguenza anche di eventi decisamente meno violenti di quello verificatosi nei giorni scorsi.

Carrubba ha inoltre sottolineato l’impegno del Comune per la risoluzione dei gravi problemi connessi all’allagamento del Pantano Gelsari e delle Contrade Agnone Marina e Agnone Fortezza. A tal fine nei giorni scorsi ha incontrato a Palazzo di Città una delegazione della “Associazione Rinascita Marina Sabbione”.”Dobbiamo al più presto trovare una soluzione, assieme al Consorzio di bonifica n. 10 e alla Regione Siciliana, attraverso interventi infrastrutturali che salvaguardino la sicurezza dei residenti, senza lo spreco di risorse, che si è rivelato inutile, che comporta il tentativo di svuotare dall’acqua l’intera zona ad ogni allagamento causato dalle piogge. Alla soddisfazione per il funzionamento del nostro sistema di protezione civile e complessivamente delle infrastrutture comunali, si affianca la consapevolezza dei danni subiti per il riconoscimento dei quali auspichiamo che la richiesta di riconoscimento dello stato di calamità venga accolta.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com