breaking news

VERRA’ DISCUSSA DA GRANATA A MONTECITORIO, L’INTERPELLANZA SUL RIGASSIFICATORE

30 Dicembre 2011 | by Redazione Webmarte
VERRA’ DISCUSSA DA GRANATA A MONTECITORIO, L’INTERPELLANZA SUL RIGASSIFICATORE
Politica
0

 

“Non posso che confermare una posizione che abbiamo preso tanto tempo fa” ha esordito Fabio Granata nel corso di un incontro con la stampa. “Desideriamo comprendere perché molti hanno cambiato idea sulla realizzazione dell’impianto – ha proseguito-. Mi riferisco a molti settori del Partito Democratico e allo stesso presidente della regione Lombardo. Questi politici che cambiano idea e si schierano a favore nonostante due referendum popolari che hanno ampiamente dimostrato la posizione presa dalle popolazioni residenti. Referendum ignorati dai vertici regionali e da quel ministro dell’Ambiente Siracusano per fortuna dimesso”. Il vice coordinatore nazionale di FLI ha presentato una interpellanza che sarà discussa prossimamente. Una posizione chiara quella di Futuro e libertà, alcuni argomenti che riguardano il territorio non hanno nulla a che fare con la politica delle coalizioni. “Desideriamo che si torni a parlare di bonifiche industriali e manutenzione ordinarie e straordinarie dell’area industriale. Contestiamo l’idea di sviluppo che pone al centro il rigassificatore, mentre non c’é traccia di valorizzazione dei beni monumentali”. Segnali di apertura sono giunti dal sindaco Carrubba, tuttavia la posizione presa dall’amministrazione sulle compensazioni del rigassificatore non è stata condivisa dal deputato nazionale: “Non possiamo aderire anche a causa di questa scelta, avere accettato gli 8 milioni è offensivo, poche briciole in cambio di un incerto futuro sulla sicurezza del territorio. Si tratta di una posizione chiara legata alla sicurezza dei cittadini che è contro il rigassificatore, che chiede con forza al ministero dell’ambiente, Stefania Prestigiacomo, che torni a parlare di bonifica industriale, perché la bonifica dell’area industriale è il primo punto all’ordine del giorno di ogni impegno che si possa assumere sul territorio insieme alla manutenzione ordinaria e straordinaria degli impianti. La nostra posizione è un po’ come quella contro il nucleare, non è soltanto il rischio del disastro, è l’idea di sviluppo che noi contestiamo. Il nostro è un no non soltanto legato al fattore sicurezza, ma è un no ad un’idea diversa di sviluppo, ed è un no che peserà. Una delle questioni di fondo per cui noi non possiamo aderire a questa maggioranza è questa scelta sulla quale noi giochiamo la nostra incoerenza rispetto all’amministrazione. Se questa amministrazione ha firmato per avere la cosiddetta compensazione, la sicurezza e la qualità della vita non è quantificabile. Siamo contro il rigassificatore e vogliamo dare voce alla gente”. L’interpellanza, sarà discussa in aula a Montecitorio a gennaio. “Sul rigassificatore abbiamo sempre fatto la nostra parte. L’interrogazione di Fabio Granata è la conferma di un impegno costante” ha dichiarato Marco Stella. La posizione è stata confermata anche dal consigliere comunale Giuseppe Di mare che ha ricordato :”In aula ci siamo battuti contro l’imposizione delle compensazioni per la realizzazione dell’impianto”. Ilenia Ferraguto

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com