breaking news

VERTICE SUL RIMPASTO ALLA PROVINCIA

VERTICE SUL RIMPASTO ALLA PROVINCIA
Politica
0

Vertice del Centrodestra provinciale nella tarda mattinata di oggi nella sede di Forza Italia di via Eumelo. I leader delle forze politiche di maggioranza alla Provincia e al Comune di Siracusa sono tornati a riunirsi con l’intento di chiudere la partita quantomeno sul rimpasto della giunta provinciale retta da Nicola Bono, che avrebbe l’urgenza di sostituire i due assessori dimissionari, Roberto Meloni e Giuseppina Ignaccolo, rispettivamente nominati presidente e vice presidente del consorzio Universitario Archimede. In un primo momento Bono aveva reso noto l’intento di inserire le due sostituzioni nel calderone della complessiva ricomposizione della sua squadra, ma il protrarsi delle trattative avrebbe determinato un cambiamento di rotta, anche perché l’esecutivo, privo di due componenti, non avrebbe la possibilità di lavorare a pieno regime. Il senatore del Pdl Bruno Alicata avrebbe, in questo contesto, il ruolo di mediatore tra le diverse esigenze manifestate dai partiti della coalizione. Un compito arduo, visto che nessuno sembra propenso a compiere alcun passo indietro rispetto alle proprie aspettative. Così l’Udc chiede che si acceleri anche il rimpasto al Comune di Siracusa. I tre assessori di riferimento, Mauro Basile, Concetto La Bianca e Ferdinando Messina sarebbero pronti, in caso contrario a dimettersi, questa volta davvero e non solo consegnando le dimissioni nelle mani del leader del loro partito, Pippo Gianni.La questione non è così semplice. Il partito di centro chiederebbe a palazzo Vermexio una posizione in più, visto che la presidenza del consiglio, prima assegnata alla forza politica di Casini, è adesso dell’Mpa, dopo il passaggio agli autonomisti del presidente Edy Bandiera. Un assessore in più dell’Udc dovrebbe significare uno in meno per qualcun altro, a questo punto potrebbe trattarsi dell’Mpa, che conta in questa fase due esponenti nell’esecutivo Francesco Sgarlata e Jano Burgaretta. Il Pdl non riesce, a palazzo Vermexio,a comporre il gruppo unico e questo rallenta le trattative in merito alle scelte da operare per la sostituzione degli assessori di Forza Italia e Alleanza nazionale. Intanto ieri si è dimesso da presidente della commissione consiliare urbanistica Salvo Sorbello, che è anche capogruppo di Forza Italia al consiglio comunale. La ragione è lo sfogo nei suoi confronti del coordinatore cittadino del Pd, Paolo Gulino in merito alla lentezza con cui la commissione starebbe procedendo sul tema delle modifiche da apportare al piano regolatore generale. Come ci aveva anticipato ieri, Sorbello dichiara di non voler fare da capro espiatorio a nessuno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com