breaking news

VIAGGIO DANTESCO AL PARCO ARCHEOLOGICO MEGARA HYBLAEA

VIAGGIO DANTESCO AL PARCO ARCHEOLOGICO MEGARA HYBLAEA
Cultura
0

Si terrà il 16 aprile alle 17:30, nell’area archeologica di Megara Hyblaea, un interessante spettacolo teatrale itinerante, intitolato “Il Viaggio Dantesco” di e con Agostino De Angelis. Ciò avverrà in occasione della XIII Settimana della Cultura, promossa dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per la Sicilia dalla Regione Assessorato e Dipartimento per i Beni Culturali e Identità Siciliana, con la collaborazione del direttore del parco, Maria Musumeci. Il progetto del regista De Angelis, ” Il teatro tra arte e immaginazione”, nasce da una continua ricerca nei luoghi della storia e della memoria il cui scopo è coniugare costantemente il teatro nella sua forma più autentica. Lo spettacolo, liberamente tratto dalla “Divina Commedia”, ci condurrà in un fantastico viaggio dall’inferno, attraverso il  purgatorio fino al paradiso; immersi in un’indimenticabile e suggestiva cornice teatrale. Parteciperanno all’evento l’attrice Anna Passanisi e per le musiche dal vivo Salvo Tempio e Peppe Di Mauro, coreografie di Antonella Nicosia Centro del Balletto di Catania. L’evento è promosso dal Comune di Augusta, assessorato alla cultura. L’organizzazione dell’evento è curata dall’Associazione Culturale Extramoenia di Siracusa, in collaborazione con l’attore e regista Agostino De Angelis. “Per Augusta – ha dichiarato l’assessore alla Cultura, Giovanna Fraterrigo- è un altro passo importante per proiettare la città verso un futuro che la vuole protagonista anche per l’arte, la storia, il turismo. Sino ad oggi siamo stati conosciuti solo perché siamo “gli sfortunati” che abitano, risiedono nel triangolo maledetto, oggi vogliamo dimostrare, con la valorizzazione di tutto il nostro territorio, che la crescita economica-industriale può coniugarsi perfettamente con la crescita culturale; per questo abbiamo ritenuto importante scommettere su Megara Iblea, sito archeologico splendido, che si trova proprio a ridosso della zona industriale, da dove è possibile vedere, in un connubio unico, le industrie, l’Etna, il mare e la storia, la terra culla delle più antiche civiltà e dell’economia antica”. (I. F.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com