breaking news

VINCIULLO: ASP DI SIRACUSA, ORA BASTA, LA MISURA E’ COLMA

15 Novembre 2011 | by Redazione Webmarte
VINCIULLO: ASP DI SIRACUSA, ORA BASTA, LA MISURA E’ COLMA
Attualità
0

Da giorni, con sempre maggiore certezza, si sta diffondendo, in tutti gli ambienti sanitari provinciali e regionali, la notizia che il Direttore Sanitario dell’ASP 8 di Siracusa dovrebbe essere sostituito con un soggetto proveniente da Catania e che, recentemente, è stato costretto alle dimissioni in quanto non era riuscito a sanare i conti dell’ASP che dirigeva. Premesso che – ha dichiarato l’On. Vincenzo Vinciullo, Segretario della Commissione  “Servizi Sociali e Sanitari” – non sono stato mai un entusiasta sostenitore degli attuali vertici dell’ASP 8 di Siracusa e spero che, in questa occasione, almeno una volta, l’attuale Direttore Generale abbia il buon senso e il fiuto politico di non farsi coinvolgere in una vicenda che non lo riguarda assolutamente ed eviti, come ha fatto altre volte, di interporre il proprio petto davanti alle malefatte di questo Governo. Ciò premesso, quello che indispettisce e rende insopportabile l’azione politica di questo Governo Regionale a trazione catanese è l’idea che la Provincia di Siracusa sia una Provincia subalterna a quella di Catania e che tutte le contraddizioni e gli equilibri che non si riescono a risolvere e a raggiungere a Catania devono essere raggiunti e risolti sulla pelle dei Siracusani. Già, nell’ASP 8, abbiamo un Direttore Amministrativo proveniente da Catania, fino a qualche mese fa abbiamo avuto un Direttore Sanitario proveniente da Catania, vari Enti sono commissariati utilizzando sempre personale proveniente dalla vicina Catania, con comportamenti politico-amministrativi che nemmeno i Romani utilizzavano nei confronti delle “più infime” fra le colonie. Non sono stato mai interessato ai nomi – ha continuato l’On. Vinciullo – ho sempre sostenuto, invece, la necessità che l’ASP di Siracusa, come precedentemente l’Umberto I fosse liberata dal giogo straniero. Pertanto, la mia presa di posizione in difesa dell’attuale Direttore Sanitario, non tanto nasce da una condivisione politica, quanto dall’idea che solo gli uomini interni all’ASP di Siracusa sono in grado di conoscere i veri problemi e sono in grado di indicare le vere soluzioni, pensando prima al territorio Siracusano e poi agli equilibri catanese. L’invito, quindi, che faccio, a tutta la Deputazione è quello di sostenere, con forza, con dignità, con coraggio, l’idea di una Provincia non più vassalla ma di una Provincia che si autodetermina nelle scelte politiche strategiche per il rilancio del proprio territorio. E l’ASP 8, in questo progetto di rilancio del Territorio, deve avere un ruolo primario, che solo gli uomini che sono nati e hanno lavorato in questa Terra, possono avere. L’amore e la passione per la propria gente – ha concluso l’On. Vinciullo – non può essere acquisito ricoprendo un ruolo ma si acquisisce nascendo nel Territorio, vivendo e soffrendo nel Territorio e lavorando per il rilancio della propria Terra. Faccio appello, quindi, al Presidente Lombardo, al senso delle Istituzioni che dovrebbe ancora albergare nella sua mente, affinché eviti questo ulteriore scippo ed eviti un’ulteriore mortificazione alla Provincia di Siracusa che, nei suoi confronti, è stata sempre generosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com