breaking news

VISENTIN: “PIU’ DONNE PER DARE NUOVO SLANCIO ALLE ISTITUZIONI E ALLA POLITICA”

VISENTIN: “PIU’ DONNE PER DARE NUOVO SLANCIO ALLE ISTITUZIONI E ALLA POLITICA”
Politica
0

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO:  Di seguito, l’intervento letto stamattina dal sindaco Roberto Visentin al Consiglio comunale in occasione dell’adunanza aperta sul tema del riequilibrio di genere nei centri decisionali.

“Il riequilibrio di genere nelle istituzioni e nella politica è argomento di grande attualità, e trovo significativo che l’assise cittadina abbia deciso di trattarlo nel giorno dedicato alle donne e alla loro emancipazione: non può esserci maniera migliore di celebrare l’8 marzo se non quello di affrontare temi concreti e tangibili.
L’Italia deve colmare un gap rispetto al resto d’Europa, anche di tipo culturale, e deve farsi carico della concreto utilizzo di previsioni normative che stentano a trovare applicazione. So che all’interno del Consiglio è stato avviato il confronto per arrivare ad una riforma dello statuto comunale che porti più donne nei centri decisionali, e di questo non posso che essere lieto.
Le istituzioni hanno bisogno delle donne e della loro concretezza, del loro punto di vista per arrivare a scelte che rispecchino meglio le istanze della società. Auspico che Siracusa arrivi prima di molti altri comuni a completare questo percorso.
Poco più di 50 anni fa, la Corte costituzionale faceva cadere ogni preclusione all’accesso delle donne agli impieghi pubblici. Ebbene, a distanza di mezzo secolo il riequilibrio di genere in Italia è ancora lontano dall’essere realizzato, ciò per il persistere di resistenze maschili dure a scomparire e per una certa visione culturale che non ritiene le donne capaci di svolgere ruoli di vertice, tanto nel settore pubblico quanto, per la verità, in quello privato.
Nulla di più sbagliato. Se il metro per misurare tale propensione è il rendimento negli studi, allora i dati ci dicono che le donne studiano con maggiore profitto o con risultati più alti dei quelli degli uomini. Se il metro è la propensione alla leadership e le capacità organizzativa, credo che ciascuno di noi possa essere testimone, per esperienza diretta, che le donne hanno doti di coordinamento sorprendenti.
 Fortunatamente, da alcuni anni constatiamo che le cose stanno cambiando e la componente femminile si stia imponendo, per migliori risultati, a tutti i livelli. Fornero, Marcegaglia, Camusso, Severino, Cancellieri sono tra le protagoniste di questa stagione italiana e tutte rivestono ruoli strategici tali da potere determinare le sorti del Paese negli anni futuri. È il segnale chiaro che le distanze si stanno riducendo; cresce la consapevolezza che la scarsa valorizzazione delle energie e delle competenze femminili rappresenta non solo un’ingiustizia, ma un fattore di debolezza del processo di crescita economica e sociale.
E allora, è giunto il momento che Siracusa lanci forte il suo segnale per il superamento di ogni arretratezza nei confronti della donne. Facciamolo da qui, dal Palazzo del Senato, arrivando in tempi rapidi alla modifica del nostro Statuto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com