breaking news

ZONA INDUSTRIALE INVIVIBILE-APPELLO UGL

ZONA INDUSTRIALE INVIVIBILE-APPELLO UGL
Sindacale
0

Gli abitanti della zona industriale Priolo-Melilli-Augusta senza prospettive di sviluppo, costretti solo a respirare aria inquinata. Un accorato appello è stato lanciato oggi dall’UGL al Presidente del Consiglio, Berlusconi e al Ministro per l’Ambiente, Prestigiacomo, affinchè venga attuato l’accordo di programma per la chimica. Il sindacato chiede una convocazione urgente per sapere quale ruolo l’ENI intende assumere, rispetto agli impegni e agli investimenti concordati nell’accordo del dicembre 2005. Accordo che riporta, anche l’impegno economico per l’effettiva realizzazione dei piani industriali, assunto dal Governo  Nazionale e dalla Regione Siciliana. L’UGL rimane convinta che si è ancora  in  tempo  per  aprire  una  fase  nuova  e che è ancora possibile l’avvio di un nuovo modello industriale fondato sulla verticalizzazione delle produzioni, sulla diversificazione e sullo sviluppo di piccole e medie imprese, sulla riconversione degli impianti per rendere l’industria  chimica   sostenibile sotto il profilo ambientale, con  la  tanto auspicata  bonifica dei siti. L’UGL ricorda infine i tanti lavoratori deceduti a causa dell’inquinamento, i residenti costretti a vivere in un territorio privo delle necessarie attrezzature per la tutela della salute e privo, anche, di quelle strutture atte a prevenire e curare quelle particolari patologie come il cancro ai polmoni, le malformazioni neonatali, dovute principalmente all’inquinamento ambientale ed indiscriminato del territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com