breaking news

Priolo Gargallo | Al ‘Manzoni-Dolci’ il ricordo della Shoah e di Angelo Ciccio, deportato nei campi nazisti

25 Gennaio 2023 | by Redazione Webmarte
Priolo Gargallo | Al ‘Manzoni-Dolci’ il ricordo della Shoah e di Angelo Ciccio, deportato nei campi nazisti
Cultura
'
0

Sarà il II Istituto Comprensivo “A. Manzoni – D. Dolci” di Priolo Gargallo ad ospitare le celebrazioni in occasione del Giorno della Memoria, che anche quest’anno vedranno protagonisti i giovani studenti della provincia insieme ai vertici istituzionali.

i momenti commemorativi, con la partecipazione anche degli alunni del II Istituto Comprensivo “A. Volta” di Floridia e di una rappresentanza della Consulta Studentesca.

Il prossimo 27 gennaio, con inizio alle ore 10.00, si svolgeranno nell’Istituto comprensivo di Priolo i momenti commemorativi, con la partecipazione degli alunni del II Istituto Comprensivo “A. Volta” di Floridia e di una rappresentanza della Consulta Studentesca.

Nel corso della celebrazione, patrocinata dalla Prefettura di Siracusa, saranno esposti i lavori originali elaborati dagli alunni degli Istituti comprensivi “Manzoni –Dolci” di Priolo e “Volta” di Floridia in ricordo delle vittime dell’Olocausto.

Alla presenza del Prefetto Giusi Scaduto, gli studenti della Consulta che ne saranno anche gli interpreti, presenteranno una rielaborazione del cortometraggio “I bambini di Teheran”, realizzato della ricercatrice e giornalista italo-iraniana Farian Sabahi, a cui il Sindaco di Siracusa ha recentemente conferito la cittadinanza onoraria.

Le storie dei bambini ebrei, rifugiatisi a Teheran dopo l’occupazione nazista della Polonia, faranno da collante generazionale, temporale e geografico a una riflessione sulla Shoah e sul dolore che deriva da ogni forma di prevaricazione sui diritti di ogni individuo.

Nel corso della cerimonia sarà consegnata, alla presenza dei Sindaci di Priolo Gargallo e Floridia, la medaglia concessa dal Presidente della Repubblica in onore di Angelo Ciccio, militare deportato in Germania durante la seconda Guerra Mondiale per essersi opposto al regime nazista.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20
Visualizzazioni: 186

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *