breaking news

Lentini | Tassa rifiuti 2020, riduzione causa Covid per famiglie e imprese

3 Ottobre 2020 | by Silvio Breci
Lentini | Tassa rifiuti 2020, riduzione causa Covid per famiglie e imprese
Attualità
'
2

Previsti tagli del 25% per le utenze non domestiche e del 30% per le utenze domestiche. Domanda entro il 20 ottobre. Ecco quali sono i requisiti richiesti.

Le riduzioni previste. Famiglie e imprese che hanno subito un danno economico a causa dell’emergenza sanitaria da Covid-19 potranno beneficiare per il 2020 di una riduzione della Tari, la tassa destinata a finanziare per intero i costi del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani. È stato infatti previsto un taglio – del 25% per le utenze non domestiche e del 30% per le utenze domestiche – della parte variabile della tassa sui rifiuti per tutto il periodo dell’emergenza. Il riconoscimento della riduzione – come specifica un annuncio pubblicato dal Comune – avverrà nell’avviso di pagamento della Tari 2020 di prossima emissione. Ma gli interessati dovranno compilare l’apposita richiesta e consegnarla entro il 20 ottobre.

I requisiti richiesti. Al beneficio potranno accedere i titolari di attività commerciali e artigianali (utenze non domestiche) che hanno registrato una riduzione della produzione di rifiuti a causa della sospensione dell’attività o che hanno comunque subito un danno economico a causa dell’emergenza sanitaria e le famiglie (utenze domestiche) che sono state ammesse al bonus sociale per il disagio economico da emergenza Covid-19 e al bonus per la fornitura di servizi idrici, elettrici e gas e che sono in possesso di un indicatore Isee non superiore a 8.265 euro. In caso di morosità però, come chiarisce l’avviso, l’agevolazione sarà trattenuta in compensazione dell’insoluto.

Piano economico e piano tariffario come nel 2019. La riduzione del 25% per le utenze non domestiche e del 30% per le utenze domestiche è stata prevista nell’ambito del piano economico finanziario e del piano tariffario approvati nei giorni scorsi dal consiglio comunale, che ha sostanzialmente confermato quelli del 2019, che prevedono che il costo complessivo del servizio sia a carico per il 75% delle utenze domestiche e per il restante 25% delle utenze non domestiche.

© Riproduzione riservata

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *