breaking news

Siracusa| La Regione non offre soluzioni, il Comune costretto a ridurre i turni di ritiro dei rifiuti in città

19 Novembre 2020 | by Redazione Webmarte
Siracusa| La Regione non offre soluzioni, il Comune costretto a ridurre i turni di ritiro dei rifiuti in città
Politica
0

“Sappiamo molto bene che la riduzione da tre a due giorni dei turni di ritiro della frazione organica è un disagio per le famiglie, con le quali ci scusiamo, e rischia di rallentare i progressi che stiamo facendo nella raccolta differenziata, ma è l’unica soluzione possibile nell’immediato per risolvere un problema creato dalla Regione e per il quale non offre soluzioni”.

Lo dichiara, replicando a Legambiente, l’assessore all’Igiene urbana, Andrea Buccheri, che prosegue: “L’idea di eliminare un turno a settimana ci consente, comunque, di gestire la situazione e di evitare l’insorgere di una vera e propria emergenza. Invito Lagambiente – prosegue l’assessore Buccheri – ad aggiornare i dati in suo possesso perché la raccolta differenziata in città, alla data del 31 ottobre 2020, ha raggiunto il 40,5 percento, con un picco nell’anno del 48 e una percentuale del 44 nel mese scorso. Il 31 dicembre del 2019 la raccolta differenziata era del 27 per cento. Quanto alla frazione organica siamo passati dalle quasi 3.270 tonnellate del 31 dicembre scorso alle oltre 3.913 raccolte dall’1 gennaio al 31 ottobre di quest’anno, con un incremento di circa 700 tonnellate in dieci mesi”.

Conclude l’assessore Buccheri: “La grande contraddizione è che la Regione, già in ritardo nel definire un ciclo dei rifiuti degno delle dimensioni della Sicilia, ha fissato l’obiettivo del 65 per cento di differenziata ma poi scopriamo che non ci sono nell’Isola sufficienti piattaforme per accogliere quanto conferito. Siamo in attesa che ci venga fornita una soluzione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com