breaking news

Siracusa e Priolo| Nomina Ias, Zappulla e Rizzuti: “Musumeci  usa un’attività strategica  come strumento di sottogoverno”

12 Dicembre 2020 | by Redazione Webmarte
Siracusa e Priolo| Nomina Ias, Zappulla e Rizzuti: “Musumeci  usa un’attività strategica  come strumento di sottogoverno”
Politica
0

“Esprimiamo la nostra decisa  contrarietà alle nomine formalizzate da Musumeci perché mortificano il territorio siracusano e utilizzano l’I.A.S. spa come un terreno di puro sottogoverno”.

Lo dichiarano Pippo Zappulla e Mario Rizzuti segretario regionale e comunale di Art1 Sicilia e Priolo. “L’Ias ovvero   la società, con 58 dipendenti diretti e 40 dell’indotto,  che da 38 anni  gestisce il fondamentale  impianto di depurazione dei reflui dell’area industriale del siracusano non può continuare ad essere considerato solo strumento di puro sottogoverno e di colonizzazione politica.  L’ attività dell’Ias va assolutamente potenziata e non relegata a poltronificio  perché , con il trattamento dei reflui industriali e urbani di Priolo e Melilli,  svolge un ruolo fondamentale e strategico per le attività produttive  e il mantenimento degli equilibri ambientali. – dicono Zappulla e Rizzuto – Il delicato, spesso conflittuale e  schizofrenico equilibrio tra ruolo pubblico e privato, tra presenza delle Istituzioni Locali e quelle regionali,  viene ulteriormente  devastato dalle nomine del Presidente della Regione che si guarda bene dallo sceglierlo tra le professionalità presenti nel territorio siracusano”.

“Scelte imposte che sembrano rispondere alle esigenze di geografia politica e non alla necessità di rilanciare il ruolo dell’Ias intervenendo con investimenti adeguati e mirati per ammodernare e rinnovare le apparecchiature e realizzando l’indispensabile copertura delle vasche che tanti problemi di inquinamento e di nauseabondi odori crea ed alimenta. Auspichiamo – concludono Zappulla e Rizzuti –  che la classe dirigente, sindacale – politica ed istituzionale, della provincia di Siracusa compia uno scatto di orgoglio e  trovi la capacità di mobilitarsi unitariamente per evitare l’ennesimo scippo a danno dell’ambiente, del lavoro,  delle attività industriali e della qualità della vita del nostro territorio”.

Please follow and like us:
error0
fb-share-icon20
Tweet 20
fb-share-icon20

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com