breaking news

Augusta| Centro operativo unico contro la povertà

Augusta| Centro operativo unico contro la povertà
Attualità
0

Misericordia, Cri, Fondazione Catalano Onlus  ancora insieme nel Centro operativo unico contro la povertà. Carrello solidale e aiuti da bar e club service, associazioni.

Il Covid 19 oltre ad una emergenza sanitaria, in breve è diventato un problema per numerose famiglie perché ne ha minato la stabilità economica, in alcuni casi già precaria. Un gruppo formato dalla Misericordia di Augusta, dalla Croce Rossa Augusta Comitato di Siracusa, rappresentato in città da Biagio Tribulato e la Fondazione Catalano Onlus, percependo sin dall’inizio la grande difficoltà in cui stavano andando incontro diverse famiglie augustane e con spirito di collaborazione ha costituito un centro operativo unico presso la sede operativa della Misericordia che collabora attivamente e rifornisce ove necessario anche le otto Caritas cittadine, che fanno riferimento ad ogni Parrocchia, anche loro dedite ad aiutare famiglie in difficoltà.

Sensibilizzando alcuni supermercati nell’attivare il carrello solidale si è partiti da subito con la raccolta di generi di prima necessità, che successivamente sono stati consegnati dai volontari del gruppo direttamente presso le abitazioni delle famiglie che necessitano di aiuti. Ecco i centri ancora attivi per il carrello solidale: Conad via Roma, Ard viale Risorgimento, Giunta via Roma, Cash & Carry S.P. Brucoli, Crai Darsena, Domus Firrincieli Via Citrus, Mercatino Sacro Cuore, Decò, Eurospin. Gli aiuti solidali non sono finiti, a questi si sono aggiunti altri provenienti da: Baretto, La Cavalera, Inner Wheel, Centro Nesea, Teniamoci per mano, Rotaract, Amici di Aida per Bafatà, Ias Service, Nomà via Principe Umberto, Gruppo Colleghi Lubes ed altri che hanno scelto l’anonimato. A tutti loro ed i loro clienti il centro operativo un immenso grazie di vero cuore da parte nostra ma anche da tutte le famiglie che sosteniamo.

Non solo le famiglie che in tempi normali già non arrivavano  a fine mese hanno chiesto aiuto. L’emergenza sanitaria ha notevolmente allargato la fascia di povertà. “Quando abbiamo cominciato il servizio, fine marzo – dice Marco Arezzi, governatore della Misericordia –  le famiglie in assistenza erano una ventina, purtroppo il persistere della situazione economica che conosciamo: attività commerciali e artigianali chiuse, aziende con dipendenti in cassa integrazione, ristorazione e bar chiusi, hanno generato nuove famiglie in difficoltà segnalate direttamente ai telefoni della Misericordia, della Croce Rossa, o attraverso le segnalazioni giunte  dai servizi sociali del Comune, dai Vigili Urbani, dai Carabinieri. Oggi siamo arrivati ad assistere quasi 60 nuclei familiari nei quali in molti ci sono bambini, sono stati realizzati 200 interventi diretti di aiuti alimentari a domicilio o presso le Caritas Parrocchiali e sono stati organizzati circa 160 ritiri presso i supermercati che hanno aderito al carrello solidale “Dona anche tu”.

Ecco cosa è stato distribuito fino a fine maggio: 690 chilogrammi di pasta, 150 kg di farina, 500 confezioni di salsa-pomodoro, 80 bottiglie di olio, 550 litri di latte. E ancora  80 kg di zucchero, 350 confezioni di biscotti e merendine, 150 confezioni di legumi, 140 confezioni di carne e tonno in scatola, 550 confezioni di uova, 70 confezioni di omogeneizzati e 70 confezioni di frutta in vasetto bimbi. “Tutto questo – conclude Marco Arezzi – è possibile grazie al lavoro certosino ed incessante  dei nostri volontari e di questo grande gruppo di solidarietà. Noi ci siamo, perché vogliamo con tutte le forze che tutto vada bene”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com